Una pedalata e un sorRiso, seconda tappa: Novara – Vercelli

novara vercelli seconda tappa pedalata explorando

Pronti per rimettervi in sella per un’altra pedalata?

Durante questa parte di Explorando, il nostro viaggio ci regalerà parecchie emozioni, a partire dal paesaggio. Tra Novara e Vercelli, ogni scorcio è un tributo al grande protagonista di queste terre, il riso. Distese di risaie verdeggianti sorvegliate all’orizzonte dal Monte Rosa ci accompagneranno in questa seconda tappa.

L’acqua è il tessuto connettivo di questa zona e a lei ci affideremo nuovamente per tracciare il nostro cammino, raggiungendo il Canale Cavour in corrispondenza di San Pietro Mosezzo. I corsi d’acqua e i canali artificiali sono l’anima dell’economia locale e avremo la fortuna di visitare due aziende di tradizione agricola che lo testimoniano a pieno e costituiscono un’eccellenza del territorio sia dal punto di vista produttivo che storico-architettonico.

La prima è la Cascina Grampa, di cui si hanno già notizie nel ‘500, con la sua imponente pompa idraulica che sfrutta il salto d’acqua della vicina roggia per mettere in movimento l’antico mulino in pietra. Qui interromperemo per un attimo la nostra pedalata, avremo l’eccezionale opportunità di vedere in azione una “pista da riso”, macchinario un tempo usato per la sbramatura del cereale.

A pochi chilometri di distanza si trova la Tenuta Torre di Gargarengo, di cui sarà emozionante scoprire la storia che affonda le sue radici addirittura prima dell’anno Mille. Oltre al torrione dell’antico castello, che rende l’ingresso molto suggestivo, potremo ammirare una chiesetta settecentesca e parte di una pila del riso in granito, una volta impiegata per la lavorazione del riso.

Explorando tenuta torre di Gargarengo

A Vicolungo ci attende un’altra meraviglia architettonica, il complesso di Santa Maria delle Grazie, con la chiesa e l’adiacente Oratorio dei Palazzi risalenti al XV secolo. Prima però, Sara e Marco ci ospiteranno nella loro Osteria Tabarin per un pranzo all’insegna dei prodotti della zona.

santa maria delle grazie vicolungo pedalata

Con nuovo carburante in corpo, come rabdomanti torneremo in cerca dell’acqua pedalando verso Recetto: il suo parco per lo sci nautico è tra i migliori d’Europa, tanto che ci si allena la Nazionale Italiana. Da qui raggiungeremo di nuovo il Canale Cavour per vedere da vicino un notevole esempio di ingegneria idraulica, la tomba a sifone tramite cui il Canale interseca il fiume Sesia passando sotto le sue acque. A questo punto manca solo l’ultimo tratto del tragitto di oggi, con agile pedalata fiancheggeremo il Sesia fino a scorgere lo “skyline” di Vercelli dominato dai campanili della Basilica di Sant’Andrea, che meriterà senz’altro una visita. La cena sarà proprio ai piedi della basilica, ai tavoli della Fattoria in Città, iniziativa agreste che si ripete con successo ogni anno in questo periodo. Il Modo Hotel ci offrirà poi tutti i suoi confort per il pernottamento.

sant'andrea skyline cherchi


tutto quello che hai letto ti aspetta, dal vivo, durante il tragitto di Explorando…

non perdere l’occasione, clicca qui!