Explorando verso la Mole: quarta tappa

6 maggio 2016 Explorando 0 Comments

canale cavour

5 giugno, Giornata Mondiale dell’Ambiente. Una ricorrenza perfetta per portare a termine il nostro viaggio su due ruote, all’insegna della natura e dell’eco-compatibilità.

Oggi ultima tappa, quella che ci condurrà alla meta, con la consapevolezza che l’avventura non finisce dove termina la strada. Raggiungendo Chivasso, siamo arrivati alle “sorgenti” del Canale Cavour. Qui inizia infatti la sua corsa, attingendo alle acque del Po tramite una maestosa struttura chiamata “edificio di presa”, che avremo modo di vedere in mattinata.

Qui, nell’aprile del 1886, è iniziata la sua storia, a cui anche noi renderemo omaggio, visitando la mostra fotografica di Irene Cabiati allestita all’interno di Palazzo Einaudi proprio per celebrare i 150 anni dall’inaugurazione del Canale. Torneremo poi a immergerci nel verde, e le curve sinuose del Po ci indicheranno la strada, stretti nell’abbraccio delle Alpi da una parte e delle colline dall’altra, in un’area che ha trovato il giusto equilibrio tra urbanizzazione e natura. Proprio per tutelare e valorizzare questo paesaggio ibrido, tra riserve, centri abitati, punti di interesse culturale, è nato il progetto dell’Ecomuseo del Freidano, un museo “diffuso” di cui, appena arrivati a Settimo Torinese, visiteremo la sede allestita all’interno del Mulino Nuovo.

Irene Cabiati mostra canale cavour

Foto di Irene Cabiati – Mosezzo

Approfitteremo di questa sosta anche per pranzare, prima di rimetterci in sella verso San Mauro Torinese, dove potremo ammirare la splendida Abbazia di Pulcherada (dal nome romano della città, Pulchra Rada). Costruita in epoca franca (VIII-IX secolo) e più volte rimaneggiata nel corso dei secoli, è un portale di accesso privilegiato alla storia di questo territorio, dal Medioevo fino a oggi.

Explorando Abbazia di Pulcherada

Abbazia di Pulcherada – foto I. Ostellino

A questo punto Torino è veramente dietro l’angolo, ma prima di abbandonare San Mauro ci godremo ancora una pedalata lungo il Po, attraverso la Riserva Naturale del Meisino e dell’Isolone del Bertolla. L’Isolone è una vera oasi naturalistica e ospita una colonia di aironi cinerini, unico esempio di garzaia urbana. Con la Basilica di Superga a guardarci le spalle dall’alto della collina, e la Mole a segnare la meta, faremo il nostro ingresso in città portandoci verso la centralissima Via Roma, che percorreremo da Piazza Castello fino al Giardino Sambuy, in Piazza Carlo Felice dove ci aspetta lo spettacolo del gruppo Etnotango. Proprio in questo delizioso rifugio dal traffico cittadino – che a giugno ospita il Sambuy Garden Festival, con concerti e happening letterari – termineremo il nostro viaggio.

Ma c’è ancora tanta strada da percorrere, con Explorando. Continua a seguirci, tieni d’occhio il nostro progetto.

Un itinerario interamente ciclabile che colleghi Torino e Milano sarà presto realtà.

Ogni pedalata è davvero preziosa!