Due ruote, una associazione e la terza tappa di Explorando: Vercelli – Chivasso

28 aprile 2016 Senza categoria 0 Comments

terza tappa fiab su due ruote

Una domanda che centra con il mondo delle due ruote: sai cos’è la Fiab?

È la Federazione Italiana degli amici della bicicletta, un’associazione che promuove l’utilizzo del mezzo a due ruote come scelta ecologica, pratica ed economica. Una filosofia che si sposa perfettamente con quella che guida la nostra avventura. Ecco perché durante la terza tappa si uniranno a noi i partecipanti al raduno Fiab Nord Ovest: nuovi compagni di viaggio con cui condividere questa magnifica esperienza.

Le risaie ci affiancheranno ancora per un po’, lungo questa tappa, una piacevole monotonia interrotta da una sosta per visitare la tenuta di Sali con il suo castello, le cui mura racchiudono oltre settecento anni di storia e sono state testimoni di importanti fatti bellici.

Terminata la visita passeremo da due piccoli comuni Salasco e Crova per poi rimetterci in marcia verso Livorno Ferraris. Una curiosità: il paese prima si chiamava Livorno Piemonte e deve il nome attuale al suo più illustre cittadino, Galileo Ferraris, inventore nella seconda metà dell’Ottocento del motore a corrente alternata. A lui è dedicato un piccolo ma interessante museo che varrà la pena vedere.

Se a questo punto saremo nei tempi previsti, ci concederemo anche una breve visita alla chiesa parrocchiale di San Lorenzo, edificio seicentesco eretto su un precedente di epoca paleocristiana.

E adesso sei pronto per il pranzo del vero ciclista?

Raggiungeremo per il nostro pranzo al sacco, Cascina Spinola un meraviglioso esempio di riserva naturale diffusa in cui potrete ammirare ardeidi e non solo, di ogni tipo!! Ora però è arrivato il momento di tornare all’elemento che ci ha guidati in questi giorni, l’acqua.

La Dora Baltea è a poche pedalate da qui: ne seguiremo il corso fino al ponte con cui il Canale Cavour la attraversa, scavalcandola come una sopraelevata. Lasceremo momentaneamente il canale Cavour sposteremo poi a Verolengo, per l’ultima tappa di questo tragitto, il Santuario della Madonnina, sorto sul finire del Seicento nel luogo in cui erano attestate apparizioni mariane e guarigioni miracolose. Una volata finale sul far della sera e saremo a Chivasso, dove riposeremo corpo e mente in vista della tappa decisiva di domani, quella che ci porterà sotto la Mole.

ponte canale